Oltre l’Arcobaleno

Ho già parlato di quest’antologia, uscita in occasione della Giornata Internazionale Contro l’Omfobia per l’Associazione Amarganta,  in cui 15 bravissimo autori hanno declinato l’amore senza barriere di genere.
Ora ho finito di leggere tutti i racconti e posso tirare le fila delle mie impressioni su tutta l’opera. C’è da dire che io amo i racconti brevi, che si possono leggere durante un tragitto in autobus o in una pausa caffè. Questi in particolare sono così intensi che possono predisporre positivamente una giornata nata storta. Passerò dunque direttamente a descrivere in breve ciascun lavoro. Le opere sono diversissime tra loro, ma unite da un filo comune: la lotta contro il giudizio della società che, ancora oggi, non comprende ciò che appare diverso dalle comuni convenzioni. Questi fantastici autori, attraverso la loro umanità, provano l’esatto contrario: non c’è nulla di diverso dall’ordinario in una coppia formata da due donne o da due uomini, perché l’amore è amore.

– Si comincia con Oltre di Francesca Masante, un F/F commovente, che affronta diversi temi sensibili: il coraggio di cambiare vita, ma il risentimento per i pregiudizi della famiglia, che rischia di minare il rapporto. L’invecchiare assieme, affrontando la malattia. Come pure, la ricerca del perdono. Conoscevo già Francesca per il suo fantastico romanzo di formazione: Sul Lato Oscuro della Luna.  Ma con questo racconto, breve quanto intenso, scritto con la solita maestria, mi ha fatta piangere. È stato quello che ha avuto l’effetto più devastante su di me, forse perché ha parlato direttamente al mio punto debole: il tempo che scorre inesorabile e l’essere tutti uguali davanti alla morte.
– A seguire, Guido Spano, con il suo Acquerello, mi ha risollevato il morale. Non perché il racconto non sia ugualmente intenso e malinconico ma perché, attraverso particolari e colori, ci guida in un percorso di speranza. L’ho adorato: un racconto dal sapore di romanzo, che ci regala un mondo, con personaggi vivi, pur nella sua brevità. Un po’ prevedibile nel finale, ma rassicurante per questo. Chi predilige le letture M/M, lo adorerà sicuramente!
– Anche Cristina Bruni, nel suo Per Amore del Gioco, tratta il tema del coming out accolto malissimo e, con un racconto che tratta di adolescenti, ci mostra come l’ambiente sano dello sport possa aiutare a unire persone diverse fra loro, ma con lo stesso spirito di squadra. Bello davvero!
-Lo stile poetico di Beatrice Da Vela ci trascina nella Grecia Ellenica, al cospetto di Saffo. L’Età dei Passerotti è una novella che amalia per l’estrema dolcezza.
– Altro racconto M/M è Un Nuovo Inizio di Taylor Kinney. Un uomo prostrato e amareggiato dalla vita, che scoprirà di potersi ancora fidare di chi l’ha deluso una volta.
– Solitamente non amo la fantascienza, ma cavoli se In Pausa di Fabio Cicolani non ti incolla alle pagine, facendoti bramare per arrivare alla fine. Un futuro non troppo lontano in cui, per perpetrare la razza, viene introdotto un vaccino contro l’omosessualità. La scelta di nascondersi, per scoprire di non essere il solo a ribellarsi ai piani del governo.  Purtroppo il finale è troppo aperto a qualsiasi interpretazione. Almeno io non l’ho ben capito. Però il ritmo di tutto il racconto è incalzante.
Francesco Sansone è bravissimo a gettare il lettore nell’ansia. L’Appuntamento logora le interiora per la sua crudezza. Uno spaccato reale  come, purtroppo,  accade spesso: il linciaggio di una coppia di ragazzi gay, colpevoli di un semplice incontro per strada. Veramente notevole l’effetto trasmesso e il livello di drammaticità. Un autore di altissimo livello.
– Un inchino ad Annemarie De Carlo per la sua scrittura perfetta. Non Scapparemo Più è intrigante, ma ciò che colpisce maggiormente è proprio come è stato scritto. Qui non c’è una vera avversione verso l’amore omosessuale, anzi, l’ostacolo è proprio l’amore conteso del co protagonista, impegnato con un uomo potente e poco raccomandabile.
Ho trovato questo racconto un cameo all’opera.
– Struggente e toccante Il Fantasma del suo Amore di Federica Gnomo Twins. Perché il vero amore non finisce, neppure con la morte.
Clara Cerri ci riporta alle proteste universitarie con Le notti della Pantera. Presentando personaggi di spessore, con dialoghi credibili e profondi. Veramente un racconto piacevole, che si svolge in uno spazio limitato, pur contenendo un intero mondo di parole e sentimenti.
Leah Weston ripropone il tema della violenza e dell’odio di genere nel suo Lottare una speranza per il futuro. E il messaggio di speranza salta agli occhi.  Ci si indigna, si soffre e si parteggia per la ripresa del protagonista, al quale viene mostrato come la vita possa essere positiva, con la persona giusta a fianco, nonostante ciò che ci ha riservato.
Minerva Stevens ci mostra la fotografia di una vita di coppia infestata dalla paura del giudizio esterno.  Tu come il Sole si fa apprezzare per l’umanità del suo messaggio.
– Avevo grandi aspettative per il racconto di Susan Moretto, visto che è un’autrice che apprezzo molto per lo stile fresco e frizzante, e Piratesse, infatti, non delude. Si tratta di un racconto sulla pirateria classica, che mette in risalto il ruolo delle donne, che si sono ribellate allo stereotipo che le voleva donne e madri, per solcare i mari in piena libertà. Avventura e sentimento si mischiano, con una nota storica finale, che fa apprezzare maggiormente la presenza di un racconto diverso all’interno di un’antologia del genere.
– Ancora toni malinconici grazie a Giada Gaudino che con il suo La Spada degli Ultimi, ci accompagna in un commovente cammino sul viale dei ricordi, di un amore tutto al femminile, negato, e la consapevolezza che la mentalità della gente non sia poi così cambiata, rispetto a una cinquantina d’anni fa. Ma non si tratta di un messaggio di rassegnazione: alle nuove generazioni passa il testimone di portare avanti una battaglia verso la libertà.
– Dulcis in fundo, troviamo la penna di Francesco Mastinu che non smentisce la sua fama di autore di alta qualità. Lasciarsi un Giorno tocca diversi sentimenti: amore e amicizia, che vanno oltre alle convenzioni. Perché ci si può amare, pur non potendo stare assieme, calcando una linea sottile che divide l’amicizia da qualcosa di più.

Consiglio vivamente a chiunque questa lettura, visto anche il fatto che i proventi delle vendite vanno a sostegno delle attività dell’avvocatura LGBT.
Un motivo in più per acquistare l’antologia è la versione cartacea, che la rende ancora più appetibile.
https://www.amazon.it/Oltre-larcobaleno-Autori-Vari-ebook/dp/B01FROQEP8/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1466408477&sr=1-1&keywords=oltre+l%27arcobaleno

image

Advertisements

Informazioni su calloflife

Sono un'autrice soft erotica tra fantasy e gender short stories. Potete trovare i miei racconti in ebook sulle principali piattaforme digitali.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...