La virgola, questa sconosciuta

Sembrerà una banalità,  ma l’uso della punteggiatura non è così scontata, neppure a chi scrive.
A me prendono sempre dubbi quando si tratta di… virgole.  Se ne mettono troppe, se ne mettono poche. Che dilemma!
Allora,  al di là che ho trovato che in italiano non c’è proprio l’obbligo di spezzate un periodo troppo lungo con virgole. Ci sono dei casi che il corso di scrittura creativa emozionale mi ha svelato.
1- La virgola va sempre messa prima del che con funzione di “il quale,” “la quale”.
Il mare, che quel giorno era particolarmente agitato, le dava un senso…
2- Serve per spezzare dove, la parte contenuta tra le virgole, potrebbe dare senso compiuto al periodo anche senza di esso.
Marianna aveva pianto per ore, prostrata da quel comportamento ambiguo, prima di invitarlo ad andarsene…
Credo che questi due semplici input possano aiutare chi si approccia alla scrittura.
Restano fermi i punti, che mettono uno stop al periodo. I punti esclamativi e interrogativi; per non parlare dei famigerati puntini di sospensione,  di cui non dobbiamo abusare, che devono essere sempre 3, non due o 5, ma solo 3.
Il punto e virgola rimane poco usato e poco conosciuto. Di fatto, è uno stacco più forte della virgola, ma meno definitivo del punto.
Non vorrei giocare a carte oggi, perché mi sono alzato piuttosto presto e fare tardi non sarebbe il caso; vedere la tv, invece, mi rilasserebbe di più: non avercela con me, ma sono proprio stanco.
Spero di aver offerto un piccolo aiuto per dissipare qualche dubbio a chi si sente ancora incerto.

image

Annunci

Informazioni su calloflife

Sono un'autrice soft erotica tra fantasy e gender short stories. Potete trovare i miei racconti in ebook sulle principali piattaforme digitali.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

6 risposte a La virgola, questa sconosciuta

  1. Delfo ha detto:

    José Saramago!

    Liked by 1 persona

  2. M. B. Sullivan ha detto:

    L’ha ribloggato su Pensiero Satellitee ha commentato:
    Mi permetto di condividere. Penso poi che, regole a parte – regole che andrebbero sempre seguite di base – la virgola sia abbastanza soggettiva come segno di punteggiatura.

    Liked by 1 persona

  3. aless7777 ha detto:

    “Dopo una lunga giornata di lavoro, sentiva la testa leggera, intorpidita dalla stanchezza, di sonno; e decise di pensarci il giorno dopo”… .in questa frase, che tu riporti come esempio, l’uso delle virgole mi appare come demenziale. Scusa la franchezza 😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...