Non c’è posto per me in paradiso

Ormai, sembra che io abbia preso gusto con le recensioni, ma, sorprendentemente, ho trovato un autore che merita proprio attenzione. Una cosa inusuale, sì, perché si tratta di un uomo che parla di erotismo, cosa che spesso non mi è gradito, per l’approccio troppo spinto. Parlo ancora una volta di Daniele Aiolfi e lo faccio definendolo un Signore della Penna. Perché, proprio in maniera signorile affronta le scene cariche di sensualità, ma mai volgari, presenti nei suoi scritti. Non si limita, non si censura, parla liberamente di sesso, usando anche termini volgari, ma il risultato è ben lontano dalla volgarità.

Questa volta, mi ha fatto dono del suo racconto Non c’è posto per me in paradiso (sempre edito da ErosCultura) e gliene sono grata. Inizialmente, lo avevo avvertito: “Non so quando riuscirò a leggerlo, non ho molto tempo.” Ma si sa, la curiosità è donna! Solo un’occhiata, mi son detta… E via, non sono più riuscita a fermarmi. Si tratta comunque di una lettura che impegna per poco più di un’ora, ma lo stile è talmente scorrevole che vieni catturato dalle parole, fino alla fine.

Ancora una volta, ciò che mi piace è trovarmi davanti a personaggi veri, con dialoghi credibili; una quotidianità perfetta, anche se condita da uno spirito avventuroso, degno di un Road Movie. L’amore oltre gli anta, una coppia improbabile, non più giovane, che si accompagna in un viaggio senza meta per riscoprire l’amore e la passione che entrambi credevano essere loro negati. Come sfondo, la costa francese, descritta in modo impeccabile, tra spiagge e ristoranti, con una piacevole nota culinaria.

Evasione pura, con un sesso intenso. Pochi giorni di frequentazione vissuti a cento all’ora. Un incontro casuale e un fuoco che divampa improvvisamente, avvolgendoli nella passione. Però, già dopo metà racconto, si inizia a pensare a un finale non roseo, per i due improvvisati amanti, e le ultime pagine lasciano amareggiati. Eppure, l’amore vero è quello che non si scontra con la dura realtà e il rischio di deteriorarsi. Per Gianluca e  la rossa Juliette l’amore è così: perfetto, eterno.

Lo consiglio vivamente, sia agli spiriti romantici, ma anche a chi cerca un erotismo vero ed esplicito. Si tratta di un mix perfetto, un prodotto di qualità!

Unknown

Annunci

Informazioni su calloflife

Sono un'autrice soft erotica tra fantasy e gender short stories. Potete trovare i miei racconti in ebook sulle principali piattaforme digitali.
Questa voce è stata pubblicata in Recensioni e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...