Un atteso ritorno – Riflessioni

È tutto il giorno che il video del trailer del Live Action di Jem and the Holograms impazza fra i vari gruppi.  Il pubblico è sempre più diviso: chi riconosce i giovani protagonisti lo aspetta con ansia, mentre i vecchi fan lo disconoscono, accusandolo di rovinare la loro serie preferita.
Ma perché Jem piaceva tanto e potrebbe tornare a piacere a una generazione molto diversa dalla nostra?
Il trasformismo sta alla base di tutto: poter diventare famose e ammirate solo cambiando qualcosa del proprio aspetto, una cosa formidabile.
Negli anni ’80 avevamo Creamy che da undicenne si trasformava in lolita adolescente, per affermarsi come cantante. Poi, avevamo Jem che era il frutto di un ologramma e sempre portava il soggetto della trasformazione all’apice del successo. Sul giornalino di Barbie (anni 1987/88) leggevamo il fumetto di una ragazza sfigurata che inizia a indossare una maschera con parrucca incorporata (tra l’altro, per una volta la nuova identità aveva i capelli scuri); la maschera è talmente ben fatta che nessuno si accorge del travestimento e la giovane diventa una modella.
Il tema del trasformismo funziona sempre. In epoca più recente, lo Studio Pierrot, lo stesso dell’angelo della magia Creamy Mamy,  ha lanciato Fancy Lala, basato sullo stesso schema magico, mentre la Disney ci ha proposto Hannah Montana, dove una giovanissima Myley Cyrus, cambiava identità solo indossando una parrucca e scegliendo vestiti e make up di scena.
Dunque, questa nuova Jem, fra parrucche e trucco chiassoso, non farà fatica ad affermarsi, in quanto ripropone uno schema già collaudato, il sogno di ogni teenager: apparire più grande, più bella e avere successo.

image

Annunci

Informazioni su calloflife

Sono un'autrice soft erotica tra fantasy e gender short stories. Potete trovare i miei racconti in ebook sulle principali piattaforme digitali.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...