Dreamscapes 2- Cenere

Inauguro questa sezione dedicata a tutti i sotto generi della Letteratura Fantastica, parlando dell’ultima opera a cui ho collaborato: l’antologia Dreamscapes 2- I RACCONTI PERDUTI della GDS Editrice.

Si tratta di una raccolta che contiene racconti che, per genere, spaziano dalla fantascienza al fantasy classico, passando per diverse contaminazioni. Quindici le storie che potrete godervi, attraverso 162 pagine, ordinando questo ebook a soli EUR 3,49.

Questo volume, in formato digitale, è una piccola gemma, in quanto, la maggior parte degli autori sono già noti per aver scritto storie urban fantasy, o sotto generi:

Andrea Zanotti, prolifico autore fantasy, che ha già pubblicato varie opere di genere, ha ideato Il Nuovo Dio e l’ Abisso (Dreamscapes  i Racconti Perduti – Volume 10), un racconto intenso, che spaventa già dal riassunto: “Il Nuovo Dio Bboar si sveglia in un luogo oscuro. É incapace di riconoscerlo e percepisce l’affievolirsi dei propri sensi divini e la comparsa di nuove sensazioni, mai sperimentate prima. Esseri subdoli e rapaci si celano in quella tenebra, ma il Nuovo Dio non si arrende e si mette in marcia. Sperimenta le sensazioni dei mortali e questo lo aiuta a capire che quelle, da lui ritenute misere creature, in realtà, possiedono doti inattese. L’essere finito in quell’abisso può rappresentare una punizione per la sua mancanza di comprensione? Una luce proviene dall’alto e Bboar non riesce a resisterle. Lì, ne è sicuro, troverà le risposte. Il problema è come raggiungerla…”

Michele Botton, anche lui con alle spalle vari racconti editi, si cimenta con la fantascienza nel suo Sh 2.0 (Dreamscapes- I Racconti Perduti- Volume 21), ma al limite dell’ucronia: “Futuro. La situazione in Inghilterra non è delle migliori, Scotland Yard non riesce a risolvere parecchi spinosi casi. Il colonnello Doyle, dei servizi segreti britannici, visto che finalmente la tecnologia lo permette, decide di attivare il progetto SH 2.0. Progetto ambizioso e mai tentato prima: si prefissa di donare un corpo sintetico e nuova vita al più grande detective della storia, il cui cervello è stato conservato dopo la morte per ben 150 anni, in attesa del mometo propizio. Un momento come questo.”

Marco Bertoli, autore anche di Primo Sabba, vincitore del primo Premio Aktoris della medesima Casa Editrice (che premiava il racconto più venduto all’interno del contest), è un giallista consumato. Nell’antologia, ha inserito Medaglie (Dreamscapes- I Racconti Perduti – Volume 20), un thriller di fantascienza: “Dopo la conquista di Rafael IV, una Squadra Recupero Caduti, in gergo I Becchini, scende sul pianeta per svolgere la propria missione. La vittoria, tuttavia, è stata troppo facile e una minaccia mortale si cela al di sotto della superficie. L’unità riesce a scoprirla e a neutralizzarla, guadagnando così le prime medaglie per la specialità. Alla memoria.”

Simone Santarelli, già secondo classificato al Premio Aktoris con Quando il Sole Muore, ci presenta Il Chiarore della Notte (disponibile anche in monografico a 99 cent, catalogato come: Dreamscapes  i Racconti Perduti – Volume 11), una storia interessante, della quale, lo stesso autore fornisce questa sinossi: “In un mondo in cui i conflitti tra uomini sono all’ordine del giorno, il ruolo dei governi è spesso categorizzato da spregevoli interessi. Chi lotta sul fronte è vittima di un inganno mondiale; spinto a odiare il nemico da un’ educazione imposta, è come se odiasse se stesso. Accorgersi di aver sacrificato una vita nella falsa convinzione di aver lottato contro il vero nemico è la sconfitta di un uomo, che avrà voglia di riconquistare la propria vita, sotto il bagliore della luna, avvolto dalla inconsistente falsità della notte .”

Viviana De Cecco è anch’essa un’autrice con diversi ebook all’attivo. Qui, ci fa conoscere Astro – La Regina della Luce (Dreamscapes – I Racconti Perduti- Volume 17), un urban fantasy young adult, molto interessante: “Ray ha sedici anni, si sente diverso dai suoi coetanei e trascorre le vacanze estive dalla zia nella valle del Neckar. La notte di San Lorenzo, mentre siede da solo nel folto di un bosco per esprimere il suo desiderio di sparire dal mondo, viene abbagliato dalla luce di una stella cadente che si trasforma, davanti ai suoi occhi, in una bellissima ragazza dai capelli d’argento e frecce di luce in una faretra posata sulle spalle. É Astro, l’aspirante regina del Regno di Biancalia, minacciato dai Cavalieri della Stella Nera. Sarà lei a chiedere aiuto a Ray e a coinvolgerlo nel viaggio verso la sorgente in cui Astro dovrà immergersi per recuperare la luce del suo potere e scongiurare il pericolo che avvolge il suo Regno. Grazie all’aiuto di Ray, che si sentirà legato a lei dal filo sottile dell’amore, riuscirà a vincere il Male.”

Delfo è uno pseudonimo che riporta solo questo racconto tra le proprie opere, ma chissà che non nasconda un autore già affermato. Tuttavia, se fosse un esordiente, onore alla sua storia di fantascienza Il pianeta delle donne (Dreamscapes – I Racconti Perduti – Volume 19): “Sulla Terra c’era un’ unica possibilità per perpetuare la specie umana: uccidere. L’aveva scoperto centinaia di anni prima un certo Darwin. Quando poi, le donne impararono, con l’aiuto di nuove scoperte scientifiche, a procreare da sole per partenogenesi, la teoria di Darwin fu confermata. Gli uomini non servivano più alla conservazione e all’ evoluzione della specie e, nei secoli, si attuò una sorta di selezione naturale per cui il sesso femminile divenne predominante e l’uomo fu ben presto emarginato e anche odiato, a causa delle azioni delittuose da lui perpetrate nei confronti delle donne, nei secoli passati. Quel popolo di donne si trasferì, milioni di anni dopo quei fatti sul pianeta Γuνaika.”

Alessandra Sorvillo ha partecipato con Le Ore del Cuore (Dreamscapes – i racconti perduti – volume 12), un giallo con finale a sorpresa, a giudicare dalla descrizione: “Protagonista della vicenda è Alice Roversi, conduttrice televisiva giovane ma di grande successo, su cui si trova a indagare Franco Siniscalchi, investigatore privato assoldato dal magnate televisivo Don Gino Pestalozzi, proprietario delle quattro reti televisive più importanti d’Italia ed insospettito dall’insolita popolarità della donna. Durante le indagini, l’investigatore avrà modo di scoprire alcuni dettagli curiosi sullo stile di vita della conduttrice, che però non riusciranno a soddisfare la curiosità dell’imprenditore: per questo motivo, quest’ultimo lo forzerà a fingersi un giornalista e ad avvicinarsi alla Roversi, per scoprire di più, con la scusa di un’intervista; proprio durante la quale, la donna svelerà la propria natura magica.” Anche Alessandra non è nuova nel panorama letterario, avendo già pubblicato un romanzo con Lettere Animate.

Andrea Schiavone, dopo altri racconti pubblicati, ci parla di Kangor (Dreamscapes- I racconti perduti – Volume 15), un’opera ucronica: “Kangor è un’ucronia che si muove tra luoghi fantastici ed evocazioni epiche, in uno scenario apocalittico in cui un devastante tifone fa strage di uomini, risucchiando tra le sue spire ogni segno di civiltà, ogni traccia umana.
Kangor è l’ultimo villaggio che ancora resiste, protetto dalle inespugnabili mura. Ma l’esigua popolazione vive di stenti, afflitta da una morale corrotta e dal dispotico controllo di un sovrano degenere. L’arrivo imprevisto di un ultimo gruppo di superstiti del pianeta, tra le mura fortificate sembra infondere nuova speranza per la sopravvivenza del genere umano. Ma i soprusi e le barbarie porteranno invece a un’istantanea, definitiva, autodistruzione.”

Eli Noscere esordisce con Il guardiano di Saqquara (Dreamscapes- I racconti perduti- Volume 23) e ci conduce lungo il sentiero del fantasy più classico: “La porta della necropoli di Saqqara è un passaggio verso una nuova dimensione dell’essere. Bran, discendente di una antica razza non umana, vuole che la sua stirpe venga salvata. Deciso a varcare la soglia del nulla più assoluto si scontra con la misteriosa forza esercitata dal varco e dal suo protettore: Il Guardiano. Oltre il piano della morte, si trovano le sacre scritture dell’avvenire del suo gene; della sua specie.
In suo aiuto c’è il Santo Genio, l’antica fiammella del cielo destinata alla sua anima; l’eterno soffio divino che rappresenta la forma più alta di coscienza che un uomo può raggiungere.
A un passo dall’estinzione totale della sua essenza, tutte le forze del cielo, degli inferi e della terra stessa combattono la più segreta di tutte le battaglie che un guerriero possa affrontare: la trasformazione del dolore e della paura in un seme da poter far germogliare nelle memorie del tempo.”

Laura Martin Montagner, scrittrice di Bacio da un incubo (Dreamscapes- I Racconti Perduti- volume 22) è l’autrice anche dell’appassionante romanzo, sempre fedele al genere, La Rosa Oscura; infatti, questo racconto viene definito dall’autrice il fratellino de La Rosa oscura. Ci troviamo davanti un altro young adult, ma di genere paranormal romance, in cui viene narrata la storia di una diciassettenne contemporanea, Abigail Williams, la quale, in una notte d’autunno, si trova a dover fronteggiare, al posto della sorella, la sua più grande paura e il suo peggiore incubo.
“Un racconto dai colori tetri e dai personaggi ironici che invoglieranno il lettore a volerne di più.”

Alessio Del Debbio ci allieta con L’abisso alla fine del mondo (Dreamscapes – I racconti perduti- Volume 16), un racconto ambientato in un futuro post-apocalittico: “Vent’anni dopo un conflitto nucleare, che ha distrutto la vita sul pianeta, sterminando la razza umana e mutando i pochi sopravvissuti in bestie, alterando la loro struttura fisica e mentale. Queste bestie, che popolano il sopramondo, attaccano la Conchiglia, una pacifica civiltà sottomarina sviluppatasi all’interno di una struttura di madreperla, sul fondo dell’oceano. Vi abitano, da millenni, in armonia tra loro, i discendenti dell’isola di Mu, civiltà leggendaria che raggiunse l’apice del progresso prima di venir spazzata via.”

Alessandra Leonardi ha offerto Cupole (Dreamscapes- I Racconti Peduti – Volume 14), sempre di genere fantascientifico: “Anno 2099. In seguito a una guerra nucleare contro gli alieni, le più grandi città del pianeta vivono protette da enormi cupole. A Roma, un gruppo di giovani studenti universitari scopre che le cose non sono come sembrano.”

Giacomo Festi aggiunge La sfida della morte (Dreamscapes – I Racconti Perduti- Volume 18) alla lista dei racconti che ha precedentemente pubblicato. Questa vicenda incuriosisce molto, per la sua originalità: “Un uomo, dall’aspetto malconcio e dal viso che esprime la più totale disperazione, si aggira per il parco di una grande città. Non è un uomo normale, bensì colui che ha osato sfidare la Morte. L’Oscura Mietitrice infatti, dopo averlo sentito che si vantava di non aver paura di nessuno, manco di Lei, gli aveva rivolto una sfida: passare mille anni da immortale senza invocarla.”

Alice Stocco Donadello è l’autrice de L’interrogatorio (Dreamscapes – I racconti perduti- Volume 13), dove si parla di inferi: “Cosa succede per davvero a chi cede la propria libertà ai demoni che lo guidano nella torbidezza?
Nel racconto, un ispettore si trova faccia a faccia con un’assassina crudele e spietata, apparentemente malata di mente e visionaria, che racconta con osceno orgoglio i particolari del suo modus operandi, senza dubbio, influenzato da pratiche sataniche e spiritiche. Quando però, l’indiziata inizia a spiegare come la poliziotta uccisa avesse delle grosse responsabilità, che le hanno fatto meritare la condanna eterna, il terrore comincia ad assalire anche l’ispettore, che capisce improvvisamente molte cose riguardo alla morte e al giudizio …”

Infine, ho voluto lasciare per ultimo il mio Cenere (Dreamscapes- I racconti perduti – Volume 9), un breve racconto sugli angeli di cui vado molto fiera per l’espediente innovativo che ho introdotto. Pochi mesi prima, l’avevo proposto a un’altra antologia dedicata proprio ad angeli e demoni, ma mi era stato respinto perché non convinceva questo elemento, che invece io trovo il suo punto di forza. Ma non vi voglio svelare di più e vi lascio semplicemente la sinossi: “Il mondo di Moira è andato in frantumi: suo marito ha avuto un figlio dall’amante e non passerà molto tempo prima che decida di lasciarla. Le sue accorate preghiere vengono ascoltato da un angelo coperto di cenere, con le ali nere come la notte.
Moira è una madre e accogliere questo povero essere disperato nel suo grembo potrebbe essere la soluzione ai suoi problemi.”

Che dire, dopo questa carrellata? Noi autori siamo molto orgogliosi nel vedere i monografici salire in classifica, ma vi consiglio l’antologia, per l’ampia scelta di temi che offre e anche per il prezzo piuttosto basso, rispetto al tempo di lettura che offre. Voglio nominare anche il bravo artista, autore dell’accattivante immagine di  copertina: Fabio Porfidia, che ha la passione per le immagini Fantasy. Dreamscapes2

Annunci

Informazioni su calloflife

Sono un'autrice soft erotica tra fantasy e gender short stories. Potete trovare i miei racconti in ebook sulle principali piattaforme digitali.
Questa voce è stata pubblicata in Fantastico e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...